Consulenza psicologica.  La consulenza psicologica consiste in un incontro che ha lo scopo di inquadrare la problematica che la persona porta allo Psicologo.   Il primo incontro è un momento di conoscenza e di analisi della domanda per comprendere se e come il professionista possa essere d’aiuto; una volta fatto questo, lo Psicologo esprimerà una valutazione del problema presentato e condividerà un progetto d’intervento (stabilire un obiettivo, dare un’indicazione generale sui tempi e sulle modalità del lavoro), centrato sulla riflessione e approfondimento degli aspetti psicologici relativi al problema sollevato.
Può richiedere una consulenza una singola persona,  una coppia o un gruppo come ad esempio una famiglia. La prima consulenza è sempre gratuita.

Sostegno psicologico.  Si tratta di un percorso non terapeutico, condotto da uno psicologo, rivolto a tutti coloro che vivono un momento di disagio o crisi personale a seguito di una situazione particolare o di un determinato momento di vita (affrontare una situazione critica, prendere una decisione, trovare una soluzione funzionale ai problemi incontrati, migliorare una relazione coniugale, familiare, affettiva, professionale o amicale); la valutazione dello Psicologo, laddove non siano presenti né sintomi rilevanti né un quadro clinico tale da necessitare di intervento psicoterapeutico, porterà alla formulazione concordata di un intervento mirato e focalizzato alla gestione di una specifica difficoltà quotidiana, supportando il soggetto a reperire strategie idonee alla risoluzione delle problematiche incontrate e stimolando le risorse personali.
L’obiettivo è quello di raggiungere e mantenere uno stato di benessere, agendo sulle risorse e sui punti di forza del cliente, fornendo supporto rispetto alla gestione di un attuale problema specifico (emotivo, relazionale, psicologico, affettivo); richiede un numero contenuto di incontri che varia in base alle necessità.

Percorsi di Mindfulness. Cos’è la Mindfulness? Difficile definirlo perché la Mindfulness non è un’abilità cognitiva o qualcosa che si fa ma una modalità di essere.. un invito a mantenersi svegli, vivi, ben radicati nelle esperienze che si stanno attraversando nel presente. La mindfulness si acquisisce attraverso l’addestramento, in uno stato di particolare attenzione focalizzata al momento presente verso l’esperienza che si sta vivendo nel qui e ora.

Praticare la Mindfulness per almeno otto incontri settimanali della durata di un paio d’ore  riduce gli effetti dello stress, il numero di sintomi, il dolore e sviluppa la pazienza e la saggia attenzione.

Qi Gong.

Qi Gong significa “lavorare con il Qi” ovvero con l’energia.

E’ un metodo estremamente efficace per mantenere un buono stato globale di salute riconosciuto pure dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. I suoi esercizi consistono di movimenti delicati, per lo più lenti, eseguiti quasi al rallentatore, ognuno accompagnato dalla corrispondente tecnica respiratoria, nonché dalla concentrazione sul movimento, il respiro e la conduzione dell’energia vitale, il Qi.

Il Qi Gong è adatto a tutti, chiunque può praticarlo e trarne profitto grazie ai suoi numerosi effetti benefici. Esistono esercizi adatti anche a persone con gravi limitazioni motorie, perfino allettate. Questa disciplina è utile non solo per migliorare la qualità della vita in senso globale ma anche per prevenire e curare disturbi di origine emotiva o dovuti a debolezza fisica. Praticato regolarmente il Qi Gong migliora l’umore, riduce i contraccolpi dello stress e aumenta la capacità di concentrazione e di resistenza. Inoltre rinforza e stabilizza il sistema immunitario. Gli esercizi del Qi Gong hanno un influsso positivo sul sistema cardiocircolatorio, respiratorio e linfatico, sugli organi digestivi nonché sull’apparato motorio e di sostegno. Chi pratica regolarmente il Qi Gong ritrova la forza vitale propria della giovinezza. Il Qi Gong è dunque il metodo ideale per mantenere o recuperare il nostro bene più prezioso: la salute.

Esistono molte tipologie di Qi Gong ma tutte hanno in comune la respirazione profonda e regolare, nonché la concentrazione associata a diverse sequenze motorie o a una posa silenziosa. Gli effetti positivi del Qi Gong si ottengono solo con una pratica continuativa.

Fiori di Bach. Sono riconosciuti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e sono i preparati a base di principi vegetali studiati negli anni ‘30 dal Dr. Edward Bach che agiscono sulle emozioni.

Meditazione. E’ un’esperienza di ascolto, osservazione e concentrazione.
Nulla di strano, semplicemente una pratica che aiuta ad ancorare la persona nel qui ed ora affinché possa godere appieno di tutto ciò che svolge nella propria quotidianità.

Meditazione

Ritiro sulla Compassione con il Maestro Nanni Deambrogio presso l’Istituto Lama Tzong Kapa a Pomaia (PI).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>